Oman: morto Avicii, star dell’elettronica svedese

0

L’artista è deceduto in Oman a soli 28 anni. Era uno dei dj più pagati del mondo e aveva collaborato con Madonna e Coldplay

In soli pochi anni era diventato una star internazionale, un giovanissimo artista richiesto dai più grandi nomi della scena musicale. Poi i problemi di salute, il temporaneo ritiro e ora la fine improvvisa. Il musicista, produttore e dj svedese Avicii, celebre in tutto il mondo per il brano “Wake me up”, è morto oggi a Muscat, in Oman. Aveva 28 anni. Ancora ignote le cause del decesso.

????????It’s always sunny in California????????

Un post condiviso da Avicii (@avicii) in data:

Ancora sconosciuti i motivi della morte. L’artista si era però ritirato dalle scene live nel 2016 per non specificati motivi di salute. Aveva sofferto di pancreatite acuta, dovuta probabilmente all’abuso di alcol. Nel 2014 aveva subito l’asportazione della cistifellea e dell’appendice. “È con profondo dolore che annunciamo la perdita di Tim Bergling, anche noto come Avicii. La famiglia è devastata e chiediamo a tutti di rispettare il loro bisogno di privacy in questo momento difficile. Non saranno rilasciate altre dichiarazioni”, ha scritto in una nota il suo agente.
Lo riferiscono Variety e altri media, citando la portavoce dell’artista, Diana Baron. Avicii, pseudonimo di Tim Bergling, era nato a Stoccolma nel 1989. Il Dj è stato un pioniere della Edm (Electronic Dance Movement). Ha vinto due MTV Music Awards, un Billboard Music Award e conquistato due nomination ai Grammy. Il suo successo più grande è stato “Le7els.” La sua morte arriva a pochi giorni dalla sua nomination ai Billboard Music Award per il suo EP Avicii (01). In passato aveva avuto gravi problemi di salute a causa di un consumo eccessivo di alcol: prima una pancreatite poi la rimozione della cistifellea lo avevano costretto a interrompere il tour mondiale nel 2014. –

 

Condividi

Lascia una risposta