Pop Stars e le loro ossessioni per il cibo

0

Quando una pop star prende una cotta per qualcosa, e non sa quando fermarsi.

Il cibo può essere enormemente suggestivo, un vero e proprio sapore di casa, e al termine del lavoro è essenzialmente quello che si desidera. Viaggiando per il mondo giorno dopo giorno   è chiaramente intenzione della star di avere qualche conforto e godere di sapori familiari. Questo è uno dei motivi per cui star della musica si sviluppano strane voglie e le routine in giro alcuni prodotti alimentari. Aknowledgment: BBC – Fraser McAlpine

A volte l’affetto è fugace solo, a volte è una storia d’amore per la vita, ma di solito c’è una buona ragione per cui qualcuno dovrebbe mangiare lo stesso cibo più e più volte e mai annoiarsi. Qui ci sono solo alcuni, e vale la pena notare che nessuno di questi capricci    costituiscono alcun tipo di dieta completa, ufficiale o   altro  .

  John Lennon, torte Jaffa

Chi è cresciuto con il razionamentodel cibo in tempo di guerra da bambino e poi è diventato un milionario in cui il denaro è diventato senza quasi valore. E per John Lennon, l’oggetto della sua prima mania erano le umili torte Jaffa. Secondo Paul McCartney, John ha sviluppato un intenso desiderio per gli spuntini durante i primi anni dei Beatles, anche se l’ossessione fu di breve durata.

“Quando siamo arrivati in vetta si è trasferito fuori a   Weybridge, che è vicino a un club di golf, con abitanti  di nobiltà terriera E in quei posti puoi avere tutto quello che   . nella prima ondata di successo   impazzì sulle torte   Jaffa, impazzì su di loro: ‘! Gimme Gimme, more’ Circa una settimana dopo, non poteva guardarne più   una sola, e non ha mai più mangiato una per il resto della sua vita. ‘Oh, non mi parlare di torte Jaffa!’ ”

 

 

Keith Richards, shepherd’s pie

Keith Richards‘s love of a shepherd’s pie goes back decades, to his granddad Gus, but in more recent years it became a key part of his daily life on tour. To the extent that, when Stereophonics supported The Rolling Stones and their drummer Stuart Cable helped himself to a scoop backstage, he had to go and get the pie “recrusted” so that Keith could be the one to break into it first, or the whole gig – according to Mick Jagger – was under threat. Stuart was later cornered during a game of backstage pool by a steely-eyed Keith, who put his cue aside, walked up and whispered, “You ate my shepherd’s pie, didn’t you?”

Keith’s autobiography Life even contains a tip to really add some zing to your shepherd’s pie, as handed to him by his bodyguard Big Joe Seabrook: “Before you spread the spuds on the top, you chop up some more onions, because the onions you’ve used to cook with the meat have been reduced, and he was damn right.”

Noel Gallagher, instant noodles

There’s a lot of fun to be had looking for Noel Gallagher quotes on the internet. There are tonnes of them on just about any topic, but he does have a particular punchline that he likes to use, and it’s a foodstuff that Oasis were so fond of, they had to take with them on an American tour, just to feel properly at home.

Here’s what Noel told the Australian DJ Molly Meldrum when asked about the first line in the Oasis song Stand By Me: “It starts, ‘Made a meal and threw it up on Sunday.’ When I first moved to London me mam kept on ringing up and asking was I eating properly. Yes, Mam. So I tried to cook a Sunday roast and puked up for two days with food poisoning. It was back to Pot Noodles after that.”

Most tellingly, Noel has previously admitted that he loves his younger brother Liam, but not as much as his favourite brand of instant noodles.

Elvis Presley, the 42,000 calorie sandwich

Gli elementi principali della dieta di Elvis Presley – pane, burro di arachidi, carne, banane – non era cambiata davvero molto dal cibo che aveva amato da bambino. L’unico cambiamento che aveva creato il suo successo colossale   era la quantità su cui mettere le mani. Letteralmente. Dato che   il re non era abituato a usare le posate. Forse il più sorprendente aneddoto, in mezzo a tutte  i panini e banane fritte, è la storia di una corsa di mezzanotte con aereo privato a Denver da Memphis, in un ristorante chiamato la Miniera   del Colorado, dove Elvis e il suo entourage ordinarono 30 sandwich di un panino fatto con un intero pezzo di pane, un chilo di pancetta, un barattolo di marmellata d’uva e un barattolo di burro di arachidi. Il proprietario   Buck Scott sostiene che ogni sandwich contiene 42.000 calorie (anche se è probabile che sia più vicina a 8.000). In entrambi i casi, Elvis ei suoi amici poi trascorso svariate ore cercando di digerire il tutto

David Bowie, milk and one vegpinguini

Nel corso degli anni ’70 la musica e lo stile di vita di Bowie erano   eccitantemente esotici, persino le sue abitudini strane sembravano perfettamente plausibili. Quindi, per scoprire che, durante un soggiorno particolarmente malsano a Los Angeles durante le sessioni di registrazione per  l’ album Station to Station, ha sostanzialmente vissuto su una dieta di latte e di peperoni rossi … beh, questo è il genere di cose di una rock star alieno avrebbe fatto, non è vero? Vale la pena notare che, poco dopo, ha levato le tende per Berlino con Iggy Pop al seguito. In parte per guarure da una tossicodipendenza, in parte a modificare radicalmente la traiettoria della sua musica e bloccare i suoi vari personaggi, da Ziggy Stardust alla Thin White Duke, ma soprattutto di mangiare alcuni pasti adeguati.

Robbie Williams, chocolate buttonsnew single robbie williams

Robbie Williams è spesso molto schietto circa le sue varie lotte con la dipendenza . La cosa interessante è che non sembra importi quale sia la sostanza  . Caso in questione, bottoni di cioccolato  .   Sì, lo so, sembro Elvis prima di morire Siamo spiacenti sto facendo finta che tu pensi che io sia sexy’ “
Condividi

Lascia una risposta