Quincy Jones: i Beatles erano i peggiori musicisti al mondo

0

in una bizzarra intervista a Vulture, Quincy Jones sparla male di tutti: Dai Beatles a Trump. Micheal Jackson era un ladro di canzoni.

” Voglio sapere chi ha ucciso  Kennedy” ha esordito l’85enne produttore.”Erano i peggiori musicisti al mondo. Erano dei figli di puttana che non suonavano. Paul era il peggiore bassista che io abbia mai sentito. E Ringo? Non ne parliamo nemmeno.»

Quando si trovava in studio con lo storico produttore dei Beatles, George Martin, per registrare il primo album solista di Ringo: Sentimental Journey del 1970. Il processo aveva subito un rallentamento notevole perché Ringo «ci aveva messo tre ore per aggiustare quattro battute di una canzone. Non ce la faceva proprio» così, i produttori gli consigliarono di prendersi una mezzora di pausa, di rilassarsi un po’ e poi tornare.

«E così fece», racconta Jones. «Noi però chiamammo Ronnie Verrell, un batterista jazz che in 15 minuti aggiustò tutto. Ringo poi tornò in studio e chiese a George di riascoltare le registrazioni. George lo accontentò e Ringo disse: “Non suona poi così male”. E io gli dissi: “Certo, figlio di puttana, perché non sei tu a suonare! Bravo ragazzo, però.”

Jones, nella stessa intervista, si è espresso anche sugli U2: “Non so se siano ancora capaci di fare buona musica”, ha proseguito il produttore,

A proposito di Michael Jackson Joens ha detto: ” Odio entrare in questo merito, ma Michael ha rubato un sacco di cose. Ha rubato un sacco di canzoni. [Donna Summer’s] “State of Independence” Originariamente scritto da Vangelis e lungometraggio  di Jon Anderson, “State of Independence” è stato registrato da Donna Summer nel 1982. Jones ha prodotto la versione di Summer, Michael Jackson ha aiutato il coro e il riff centrale della canzone sembra tremendamente simile (anche se più veloce) all’iconico riff di basso sul singolo di successo di Jackson “Billie Jean”. Va anche notato che, l’anno scorso, Jones ha vinto una causa per una disputa sui diritti d’autore .contro la proprietà di Jackson. “e” Billie Jean. “Le note non mentono, amico. Era avido.

 

 

Condividi

Lascia una risposta