Roger Waters tour: aggiunge date in Italia ad Aprile

0

In Italia ad Aprile -L’ex bassista dei Pink Floyd Roger Waters ha annunciato che il prossimo  ‘Us + Them’ tour, ora in Nord America fino alla fine di ottobre, raggiungerà l’Europa.

Roger Waters ha annunciato le prime date europee del suo “Us + Them Tour”. Attualmente impegnato nella parte nordamericana della tournée di supporto alla sua ultima fatica discografica, l’ex bassista e voce dei Pink Floyd ha annunciato oggi che il tour verrà portato nel Vecchio Continente durante la primavera del 2018

Roger Waters suonerà al Mediolanum Forum (Assago – Milano) il 17 e 18 aprile e all’Unipol Arena (Casalecchio di Reno BO) il 21 e il 24 aprile.
I concerti di Bologna avranno due configurazioni diverse: il 21 con parterre in piedi mentre il 24 con parterre numerato.Diventano quattro le date per Roger Waters all’Unipol Arena di Bologna con il suo avveniristico tour ‘Us + them’: il 25 aprile – hanno fatto sapere gli organizzatori D’Alessandro e Galli – si aggiunge al 21, 22 (inserita appena due giorni fa) e 24. E’ la sesta data italiana del tour italiano dopo la ‘doppietta’ del 17 e 18 aprile al Mediolanum Forum di Milano. Il 25 aprile, come il 21 e 22, avrà parterre in piedi, il 24 parterre numerato.

14 maggio: Hamburg Barclay Centre, Germany
16 maggio: Vienna Stadthalle, Austria
2 giugno: Berlin Mercedes Benz Arena, Germany
4 giugno: Mannheim SAP Arena, Germany
11 giugno: Cologne Lanxess Arena, Germany
13 giugno: Munich Olympiahalle, Germany

Roger Waters in tour per promuovere suo nuovo album “Is this the life we really want?”ha rilasciato  un’intervista ad “Associated Press”.

Il Tour. Fra i vari temi toccati ci sono stati quello della guerra e dei veterani, ma anche quello del futuro della sua carriera artistica. Puoi ascoltare  in streaming tutto il nuvo album di Waters infondo alla pagina.

A questo proposito Waters, alla domanda diretta “Per quanto tempo ancora pensi di poterti imbarcare in tour?”, ha risposto:

Probabilmente non per molto ancora. Questo potrebbe essere il mio ultimo tour. Se dovesse durare per un paio d’anni potrei smettere. Vedremo. Mai dire mai. Io provo a restare in forma. E lo sono, altrimenti non potrei fare tutto questo. Quindi staremo a vedere.

L’immancabile domanda sull’eventuale reunion con David Gilmour ha avuto la risposta più prevedibile:

Penso che sia altamente improbabile.

Waters, 73 anni, sta portando in giro il suo nuovo show, che si chiama “Us and them”, come il brano tratto da “Dark side of the moon”. Roger ha spiegato:

Quel brano ha ancora molto significato oggi, come ne aveva nel 1973. E i pezzi presi dal nuovo album sono sostanzialmente incentrati sul dilemma umano di come trovare il modo di andare incontro ai bisogni di tutti e scoprire l’empatia per gli altri, inclusi i rifugiati.

Abbracciando formule e temi a lungo seguiti nei Pink Floyd o da solista, il leggendario cantante e musicista inglese porta un nuovo respiro nella sua scrittura asciutta,  con il contributo di un produttore- Nigel Godrich (Radiohead, Beck, Paul McCartney).

Io se fossi dio / avrei aggiustato le vene del viso per farle più resistenti all’alcool e meno inclini all’invecchiamento (…) io se fossi un drone (…) avrei paura di trovare qualcuno a casa

Roger Waters: Ecco perché ho lasciato Gilmour e i Pink Floyd

tour

Condividi

Lascia una risposta