Yoko Ono il nuovo libro Imagine versione deluxe

0

Un nuovo libro cartonato che documenta la creazione dell’album del 1971 di John Lennon, Imagine, sarà pubblicato il 9 ottobre 2018 in occasione del 78 ° compleanno.

Il libro è ufficialmente intitolato Imagine, anche se la copertina e la colonna vertebrale mostrano entrambe le parole “Imagine John Yoko”. La copertina afferma inoltre: “Con il contributo delle persone che erano presenti”. Secondo gli esperti del settore, una versione rinnovata dell’album solista del 1971 di Lennon è anch’essa in lavorazione

Il libro di copertina rigida di 320 pagine deluxe sarà pubblicato da Grand Central Publishing e ha un prezzo di $ 50. È stato scritto molto sulla creazione della canzone, dell’album e del film Imagine, principalmente da persone che non eran

 

o Lì, quindi sono molto contenta e grata che ora, per la prima volta, tanti dei partecipanti abbiano gentilmente concesso il loro tempo per “fare un po ‘di verità” con le loro stesse parole e immagini. “- Yoko Ono

Imagine usciva il 9 settembre 1971 in America,il secondo disco solista di John Lennon dopo lo scioglimento dei Beatles.
Imagine viene spesso citata come uno dei brani musicali più belli della storia della musica rock; la rivista Rolling Stone, per esempio, l’ha posizionata al terzo posto nella classifica dei migliori brani musicali di tutti i tempi.

Il brano viene solitamente letto in chiave pacifista, ma lo stesso Lennon ammise che i contenuti del testo di 00602547070630-cover-zoomImagine la avvicinano più al Manifesto del partito comunista che a un inno alla pace, Lennon affermò che il brano era “anti-religioso, anti-nazionalista, anti-convenzionale e anti-capitalista, e viene accettato solo perché è coperto di zucchero”. (nella parte della melodia).«Give peace a chance e Imagine sono la stessa cosa – spiega John Lennon in un intervista riportata dal produttore Jack Douglas – è come quando incontri la cosa perfetta… insomma, Imagine è come se uno immaginasse che non ci sono paesi né posti e ognuno di noi è a casa, un posto dove non hai bisogno di una passaporto per entrare. Noi, invece, che mondo stiamo creando? Cos’è il gioco del ‘tu sei in America e dall’altra parte del confine c’è il Canada’ e per entrarci hai bisogno di un sacco di foto, di francobolli e di passaporti? Il concetto è immaginare che non esistono paesi né religioni, non che non esiste un dio, anche se avresti il diritto di immaginare anche quello. Immaginare che non esistono denominazioni, immaginare che noi si abbia la stessa riverenza per Gesù Cristo, Maometto, Krishna, Milarepa, etc. equamente e che non dobbiamo servire solo uno di questi.

Condividi

Lascia una risposta