David Crosby: «senza concerti dovrò vendere chitarre e casa»

0

«Non voglio starmene fermo in casa», dice al telefono da Santa Ynez, California. «Ho 78 anni, non mi resta molto da vivere. Lo sai. Non voglio certo passare il tempo a far niente. Sento che ho ancora molta musica dentro di me».

Sembra che il fenomeno del livestream stia cambiando la musica…
La gente seduta in salotto ti fa ascoltare le sue canzoni con l’iPhone, è incredibile. Mi piacciono tutti i miei amici che lo fanno, soprattutto Jason Isbell. Credo stia facendo un buon lavoro. Anche Benmont Tench ha fatto una bella cosa.

Hai visto quelli di Neil? Sono incredibili.
No, non ancora. Beh, di solito è davvero bravo. Cosa posso dire? Non mi piacciono molto le ultime cose che ha scritto. Aspetto ancora una canzone che mi faccia provare qualcosa. Certo, la sua asticella è parecchio alta: Helpless, Country Girl, Old Man, A Man Needs a Maid, Cortez. È Neil. Ha scritto tante belle canzoni. Dev’essere difficile per lui. Tutti continuano a paragonare i suoi ultimi album a quelli del passato. Succede a tutti. È difficile restare ad alti livelli. Io mi ritengo fortunato, lavoro con persone piene di talento.

I tizi che hanno inventato le nuove tecnologie sono andati dalle etichette discografiche e hanno detto: “Ehi, immaginate un sistema in cui non ci sono oggetti fisici. Niente dischi, CD, copertine, spedizioni, distribuzione, libretto dei testi, niente. Premi un bottone, mandi il pezzo e raccogli i soldi”. Le etichette hanno risposto: “Cazzo. Cosa dobbiamo fare per averlo?”. E i tizi che hanno inventato la tecnologia dicono: “Dovete solo cambiare le modalità di pagamento. Invece di pagare gli artisti un sacco di soldi e farli diventare rockstar, date a noi i soldi”. E le etichette hanno risposto: “Si può fare”

La BMG ha annunciato che Cameron Crowe, vincitore di un Oscar, ha firmato per produrre un documentario sulla vita dell’icona rock David Crosby.

È il primo documentario sul veterano rocker –  membro fondatore dei Byrds and Crosby, Stills, Nash & Young – ad essere completamente autorizzato dall’artista. BMG è sia finanziatrice che produttore esecutivo del film, con tutti i diritti disponibili in tutto il mondo.

Il film includerà interviste tra il regista di  Almost Famous e Crosby, illuminando la lunga carriera e l’attivismo politico del musicista. Nel 2017, BMG ha pubblicato l’acclamato nuovo album in studio di David Crosby Sky Trails. Il suo terzo album di materiale originale in quattro anni, la leggenda del folk rock continua la sua rinascita, rinvigorita dai musicisti di rango con cui si è circondato

Crowe in precedenza ha scritto e diretto i documentari musicali Pearl Jam Twenty (PJ20) e The Union, un making-of caratterizzato dalla collaborazione tra Elton John e Leon Russell.

“David Crosby è stato vicino alla musica e ai cambiamenti sociali negli ultimi quarant’anni. Ora a 76 anni, sta creando un nuovo percorso cercando musicisti più giovani e cercando di lasciare un segno in un mondo così diverso dalla generazione che ha   definito negli anni ’60 “, ha detto Crowe in una nota. “È un ritratto grezzo e commovente, i bordi grezzi e tutto il resto. Siamo anche così orgogliosi del lavoro svolto dal nostro meraviglioso regista A.J. Eaton che ha girato Croz negli ultimi anni

Recentemente sia Crosby che Nash hanno dichiarato potrebbero riunirsi  contro Trump, grazie a quello che non riesce a fare l’amore riesce a farlo l’odio.  Crosby Still Nash & Young potrebbero riunirsi grazie a questo sentimento comune.

Il musicista Graham Nash è stato molto loquace negli ultimi due anni per la sua rabbia con il compagno    David Crosby su una serie di scontri personali, tanto che i fan degli anni ’60 del  supergruppo Crosby, Stills, Nash & Young non avevano mai rinunciato alla speranza di una riunione . Tuttavia, oggi Nash dice che un disdegno ancora maggiore per il presidente Donald Trump e l’attuale amministrazione potrebbe cambiare il rapporto tra loro.

 

Nash aveva precedentemente escluso qualsiasi tipo di riunione alimentando una guerra verbale a mezzo stampa, dichiarando alla rivista olandese Lust for Life che Crosby “ è stato maledettamente scortese e odioso. Sono stao li e gli salvato il suo fottuto culo per 45 anni e mi ha trattato come un pezzo di merda. David ha strappato il cuore della band”.

 

Il musicista Graham Nash è stato molto loquace negli ultimi due anni per la sua rabbia con il compagno    David Crosby su una serie di scontri personali, tanto che i fan degli anni ’60 del  supergruppo Crosby, Stills, Nash & Young non avevano mai rinunciato alla speranza di una riunione . Tuttavia, oggi Nash dice che un disdegno ancora maggiore per il presidente Donald Trump e l’attuale amministrazione potrebbe cambiare il rapporto tra loro.

 

 

 

Condividi

Lascia una risposta