Ed Sheeran il concerto all’Olimpico di Roma

0

Il cantautore britannico ha scaldato lo Stadio Olimpico con le sue “sad songs” e i suoi inni trascinanti.

Ed inizia il concerto con  “Castle on the hill”, dove con la mente e il cuore  è rimasto in quella piccola cittadina dello West Yorkshire, tra Manchester e Leeds, nell’Inghilterra del nord

.La corsa dal backstage al palco, mostrata in diretta sui maxischermi, è la corsa che in una manciata di anni lo ha reso uno dei numeri uno dell’industria discografica. “Castle on the hill” è la canzone perfetta per far entrare subito nel vivo del concerto il pubblico, già riscaldato dalla performance di James Bay, tra gli artisti scelti per aprire i concerti del nuovo tour.

Ed spiega che sul palco sarà da solo: senza band – è la caratteristica di questo tour – e armato solamente delle sue chitarre (una Martin acustica personalizzata, una Martin LX1E e una Stratocaster) e di qualche pedale. Che sappia cavarsela bene con questa apparecchiatura è cosa nota, ma vederlo campionare in presa diretta beat ritmici e melodie come su “Eraser” o “Bloodstream” è un piacere per gli occhi – oltre che per le orecchie. (Rockol)

SCALETTA:
“Castle on the hill”
“Eraser”
“The A team”
“Don’t/New man”
“Dive”
“Bloodstream”
“I don’t care”
“Tenerife sea”
“Lego house/Give me love”
“Galway girl”
“I see fire”
“Thinking out loud”
“Photograph”
“Perfect”
“Nancy Mulligan”
“Sing”
“Shape of you”
“You need me, I don’t need you”

 

Condividi

Lascia una risposta