75 rare outtakes degli Stones sono apparse e scomparse su You Tube

0

 Le outtakes dei Rolling Stones  vengono visualizzati su YouTube nella versione che estende il copyright: una mossa  per garantire l’estensione del copyright delle registrazioni prima che fossero di dominio pubblico, oggi sono scomparse.

I 75 brani includono numerosi concerti quasi completi del 1969 e diverse versioni alternative in studio di brani degli album “Let It Bleed” e “Sticky Fingers”, molti dei quali sono disponibili da decenni sui bootleg – insieme a molti che non lo hanno fatto.
Secondo Variety un canale chiamato RSTRAX 69  ( Probabilmente Rolling Stones TRAX del 69) solo poche ore prima che il 2019 finisse martedì, almeno 75 outtakes dei Rolling Stones risalenti al 1969 sono comparse improvvisamente su YouTube in una mossa apparente per rilasciare ufficialmente le registrazioni prima che fossero di dominio pubblico – e quindi fuori dalla proprietà del gruppo e Abkco Music & Records, che gestisce il suo catalogo degli anni ’60. Link QUI

Anche per YouTube, la presentazione di queste registrazioni è a livello di bootleg, con una qualità del suono spesso approssimativa e alcuni errori di battitura eclatanti, sebbene la linea del copyright sia tipograficamente incontaminata. Peggio ancora, le registrazioni più rare – cioè quelle non precedentemente disponibili sui bootleg – hanno un suono simile a un tono di linea forte come la musica, presumibilmente per impedire che vengano utilizzate come materiale sorgente per pubblicazioni illecite. Quelle canzoni sono un’esperienza di ascolto davvero miserabile, anche se molti di loro saranno affascinanti per i fan le cui orecchie possono sopportare.

 

Tali pubblicazioni sono diventate comuni man mano che l’era del rock ha superato una serie di anniversari di mezzo secolo e Bob Dylan, i Beatles,  Motown Records e altri hanno pubblicato furtivamente simili raccolte di uscite per l’estensione del copyright per un breve periodo di tempo (o in ridicolmente limitate- edizione di CD con una confezione minima) prima di strapparli rapidamente dal mercato.

A causa della complessità e degli aggiornamenti della legge sul copyright della musica e dei contratti in tutto il mondo, la durata dei termini varia ampiamente, ma dai 50 ai 70 anni

Condividi

Lascia una risposta