Paul McCartney centra il numero 1 in UK con McCartney III

0

Il brano Visual for McCartney III è stato presentato per la prima volta nel programma TV di Chris Rock

Paul McCartney  va diretto per il primo album solista al numero 1  delle classifiche in oltre 30 anni con McCartney III, Michael Ball e Alfie Boe e Taylor Swift sono anche in lizza per l’album numero 1 di Natale.

Paul McCartney ha avuto un altro album numero 1 nella classifica Billboard 200 in oltre 36 anni, con  Egypt Station,   in cima alla lista dal 22 settembre 2018

Sir Paul McCartney è  entrato al N1  nel Regno Unito come solista in oltre tre decenni con McCartney III.

McCartney del 1970 e McCartney II che seguì dieci anni dopo nel 1980; il primo ha raggiunto il numero 2 nella classifica ufficiale degli album, mentre il secondo si è classificato al numero 1McCartney III ha ottenuto quasi 25.000 vendite in classifica durante il fine settimana e potrebbe segnare il primo album solista numero 1 dell’artista dal 1989, Flowers in the Dirt.

Paul McCartney ha celebrato l’uscita di McCartney III rilasciando il video di “Find My Way”. Diretto da Roman Coppola, il clip presenta McCartney nel suo studio nel Sussex, in Inghilterra. Nella visuale, è visto in più schermi divisi mentre esegue la canzone. Assume tutte le parti: canta e armonizza mentre suona tutti gli strumenti del brano – tra cui chitarra, basso, piano e batteria.

L’ex Beatle ha presentato in anteprima il video sul programma TV  “Rilasciato con Chris Rock,” condividendo i dettagli dietro l’album con il comico. “Se mi piace qualcosa che sta andando un po ‘alla Beatles, devo solo’ Let it Be ‘”, ha scherzato McCartney durante la loro discussione. Ha anche rivelato che la sua traccia preferita dall’album è “Women and Wives” e ne ha suonato un po ‘mentre parlavano.

Paul McCartney parlerà della vita e della sua eredità musicale con il leggendario produttore in una serie TV in sei parti.

Paul McCartney rifletterà sulla sua vita e sulla sua eredità musicale durante una conversazione itinerante con il produttore Rick Rubin in un prossimo “evento documentario”.

L’artista berlinese Alice Phoebe Lou ha condiviso la sua interpretazione di un brano inedito di Paul McCartney, “Deep Deep Feeling”, tratto dal suo prossimo album.

In vista dell’uscita del suo album “McCartney III”, l’ex Beatle ha lanciato la campagna “12 Days of Paul”, che vede artisti selezionati in tutto il mondo interpretare i brani del disco. (guarda le copertine sul link sopra)

È stato un onore unico ascoltare musica inedita di Sir Paul e elaborare la mia interpretazione con i miei ragazzi.”
Altri artisti che hanno preso parte alla campagna 12 Days of Paul includono la band di Stockport Blossoms, l’Australia Vera Blue e Jann Arden di Toronto.

“McCartney III”, che è stato scritto, prodotto e composto dalla leggenda dei Beatles, arriverà ora il 18 dicembre, una settimana dopo il previsto. Un post sul suo account sui social media diceva:

“Ritardi di produzione imprevedibili hanno costretto la data di uscita del nuovissimo album di Paul” McCartney III “a essere spostata di una settimana al 18 dicembre 2020. Grazie a tutti per la pazienza, il supporto e l’entusiasmo per l’album. Noi non vedo l’ora che tu lo senta! – MPL ”

Seguendo il suo debutto da solista omonimo del 1970 e McCartney II degli anni ’80, il nuovo album presenta il musicista che suona tutti gli strumenti; ha scritto e registrato ogni canzone.

 1  Long tailed winter bird, 2) Find my way, 3) “Pretty boys” 4) Women and wives” 5) “Deep deep feeling” 6) Sliding, 7) The Kiss of Venus, 8) Size the day, 9) Deep Down, 10) Winter Bird. 11) “Lavatory Lil”. Paul in quest’album passa agevolmente dal blues, al pop all’heavy rock.

 

McCartney III è stato registrato all’inizio di quest’anno nel Sussex, in Inghilterra, tagliato da riprese dal vivo del musicista alla voce, alla chitarra e al piano. Successivamente ha sovrainciso basso e batteria. Il processo è iniziato quando è tornato a “When Winter Comes”, un brano inedito degli anni Novanta coprodotto da George Martin. Ha creato una nuova sezione per la canzone, dando vita al brano di apertura “Long Tailed Winter Bird”.

Il progetto discografico si collega e chiude la trilogia iniziata nel 1970. Dopo “McCartney” del 1970 e “McCartney II” del 1980, l’ex Beatle sarebbe pronto a rilasciare l’album “McCartney III”, ideale prosecuzione a 40 anni di distanza dal precedente.

Anche in questo caso Paul McCartney ha suonato tutti gli strumenti durante le registrazioni avvenute nel suo studio privato nel Sussex in totale solitudine durante la quarantena dello scorso inverno-primavera. In “McCartney II” l’artista aveva suonato tutti gli strumenti e cantato tutte le parti vocali, con il solo apporto dell’allora moglie Linda Eastman ai cori in alcuni brani.

“Vivevo il lockdown nella mia fattoria con la mia famiglia e andavo nel mio studio ogni giorno”, ha detto McCartney in una dichiarazione. “Ho dovuto lavorare un po ‘su alcune musiche da film e questo si è trasformato nella traccia di apertura. E poi, una volta terminato, ho pensato: “Cosa farò dopo?” Avevo alcune cose su cui avevo lavorato nel corso degli anni, ma a volte il tempo si esauriva e sarebbe rimasto a metà. Così ho iniziato a pensare a quello che avevo. ”

Ogni giorno iniziavo a registrare con lo strumento su cui avevo scritto la canzone e poi gradualmente sovrapponevo il tutto, era molto divertente. Si trattava di fare musica per te stesso piuttosto che fare musica che doveva fare per altri.. Quindi, ho appena fatto cose che mi sarebbe piaciuto fare. Non avevo idea che sarebbe finito come un album “.

mccartney  

Scherzi a parte sul tempismo, ciò che “McCartney” e “McCartney II” avevano in comune – il che non era molto, dal momento che quei due album, distanziati di 10 anni l’uno dall’altro, difficilmente avrebbero potuto suonare meno simili – era che erano progetti completamente solisti , senza altri musicisti coinvolti. Se le cose stanno così per un “III”, non aspettarti nulla in termini di collaboratori famosi come Greg Kurstin e Ryan Tedder, che sono stati produttori e co-sceneggiatori dell’ultimo album di McCartney, “Egypt Station” del 2018.

 

Condividi

Lascia una risposta