Lily Allen e Margo Price si rifiutano di onorare Phil Spector

0

Diverse celebrità si sono rivolte ai social media per commentare la morte di Phil Spector dopo che il magnate della musica caduto in disgrazia è morto durante il fine settimana, secondo quanto riferito in seguito alle complicazioni di COVID-19.

Al momento della sua morte, Spector, 81 anni, stava scontando una pena detentiva di 19 anni per l’omicidio dell’attrice Lana Clarkson nel 2003, con alcune star che hanno colto l’occasione per ricordare ai seguaci che l’hitmaker era un assassino condannato con un presunto abuso. passato che non meritava di essere celebrato nella morte.

margo price

La star country Margo Price ha deciso di condividere alcune parole di sostegno per l’ex moglie di Spector Ronnie e ha puntato i riflettori sul libro di memorie del cantante del 1990, Be My Baby.

“Congratulazioni a Ronnie Spector per essere sopravvissuta al suo manipolatore, violento e omicida marito Phil, che l’ha tenuta in ostaggio a casa sua e le ha proibito di esibirsi fino a quando non è fuggita dalla loro casa a piedi nudi ed è scappata. Se non l’hai ancora fatto, leggi il suo libro, è uno dei miei preferiti “, ha scritto Price sul suo account Twitter.

Lily Allen si è anche espressa contro alcuni dei lusinghieri tributi resi a Spector dalla stampa, postando: “Alzando gli occhi al cielo a tutti i giornalisti che deliberatamente sminuiscono il fatto che Phil Spector sia un assassino nei loro titoli (sic)”.

 

Condividi

Lascia una risposta