Phil Spector produttore dei Beatles e assassino muore all’età di 81 anni

0

Phil Spector, il cui “Wall of Sound” è stata una tecnica di registrazione rivoluzionaria che ha alimentato alcuni dei più grandi spettacoli musicali, è morto all’età di 81 anni per complicazioni del Covid-19.

Il rivoluzionario produttore musicale condannato per l’omicidio dell’attriceLana Clarkson, è morto all’età di 81 anni.Documentary on Phil Spector reminds us of the titles he produced that made memorable soundtrack songs - The Boston Globe

Spector, che ha trasformato il pop con le sue registrazioni “wall of sound”, ha lavorato con i Beatles, i Righteous Brothers, Ike e Tina Turner.

Lana Clarkson - Wikipedia

lana clarkson

Nel 2009 è stato condannato per l’omicidio del 2003 dell’attrice hollywoodiana Lana Clarkson.

La sua morte è stata confermata dal California Department of Corrections and Rehabilitation.

“Il detenuto della California Health Care Facility Phillip Spector è stato dichiarato deceduto per cause naturali alle 18:35. sabato 16 gennaio 2021, in un ospedale esterno. La sua causa ufficiale di morte sarà determinata dal medico legale presso l’ufficio dello sceriffo della contea di San Joaquin “, ha detto.

Note rare di Phil Spectors per il primo LP solista di George Harrison

The Ronettes star Ronnie Spector looks forward to Glastonbury debut - The Irish News

Ronnie Spector delle Ronettes

Il produttore musicale è stato dichiarato deceduto per cause naturali alle 18:35 del 16 gennaio in un ospedale esterno, secondo una dichiarazione rilasciata a Rolling Stone.

Una causa esatta della morte deve ancora essere annunciata, ma sarà determinata dal medico legale presso l’ufficio dello sceriffo della contea di San Joaquin.

Spector è nato il 26 dicembre 1939 nel Bronx e ha iniziato la sua carriera come membro del gruppo vocale adolescente Teddy Bears, che ha ottenuto un successo al numero 1 di Billboard con “To Know Him Is to Love Him” ​​del 1958.

È diventato un prolifico produttore e cantautore negli anni ’60, creando brani densamente arrangiati con gruppi come i Ronettes, i Crystals, i Righteous Brothers (inclusa la hit del 1964 “You’ve Lost That Lovin ‘Feelin'”) e Ike e Tina Turner . Quell’approccio “Wall of Sound” ha influenzato notoriamente Brian Wilson dei Beach Boys.

Dopo una breve pausa alla fine del decennio, Spector ha sperimentato una rinascita dopo aver lavorato con i membri dei Beatles. Ha diretto il singolo solista di John Lennon “Instant Karma!” ed è stato reclutato per trasformare le registrazioni della band Let It Be in un album finale; ha apportato importanti modifiche alla musica, incluse alcune controverse sovraincisioni corali e orchestrali. Spector ha anche co-prodotto l’LP del 1970 di Lennnon, John Lennon / Plastic Ono Band; il suo LP del 1971, Imagine; Il record di George Harrison del 1970, All Things Must Pass; e il suo album dal vivo del 1971, The Concert for Bangladesh.

Nel 1974, il produttore è stato coinvolto in un incidente automobilistico quasi fatale e ha subito lesioni che hanno richiesto un intervento chirurgico esteso. Più tardi nel decennio, ha prodotto due album degni di nota: l’LP del 1977 di Leonard Cohen, Death of a Ladies ‘Man, e l’album dei Ramones del 1980, End of the Century. Ma il suo comportamento sarebbe diventato irregolare negli anni ’70.

“Beveva molto”, ha detto a NPR il giornalista Mick Brown. “Non era un uomo che controllava se stesso. Indossava persino pistole al telefono con i dirigenti discografici.

Spector è stato inserito nella Rock and Roll Hall of Fame nel 1989, ma è stato in gran parte inattivo per tutto quel decennio. Ha co-prodotto l’LP di Yoko Ono del 1981, Season of Glass, ma si è anche ritirato da un progetto di Celine Dion a causa delle frustrazioni con la sua gestione. È accreditato come co-produttore dell’LP del 2003 della band indie-rock Starsailor.

 

Condividi

Lascia una risposta