Elvis Presley: è record per la chitarra venduta all’asta

0

Una rara chitarra di Elvis Presley ha raggiunto un prezzo di vendita record all’asta.

L’acquirente ha infatti sborsato ben 1,3 milioni di dollari, circa 1,1 milioni di euro, per aggiudicarsi il raro cimelio appartenuto al performer dal 1954 al 1956.

La chitarra D-18 Martin del 1942 è l’oggetto finora più pagato all’asta che sia mai appartenuto ad Elvis.

È definita come “la chitarra delle Sun Sessions”, le incisioni nello studio di Memphis che contribuirono alla nascita della leggenda del cantante.
La base d’asta è di 1 milione e 200mila dollari, ma la stima è che possa arrivare a 3 milioni.Elvis ha utilizzato ampiamente questa chitarra durante le registrazioni negli iconici Sun Studios di Memphis, Tennesse, e durante le esibizioni sul palco durante questo periodo. Elvis è visto suonare la chitarra in molte, molte fotografie di questo periodo.
Elvis ha acquistato la chitarra da O.K., il negozio di strumenti di Houck a Memphis, restituendo la sua Martin 000-18. Decorò il corpo della chitarra con lettere metalliche adesive che formavamo il suo nome “ELVIS”. Le lettere “ELVI” rimangono con la “S” è mancante.
L’ampia usura visibile sulla chitarra è la prova del suo considerevole uso da parte di Elvis. Durante questo periodo Elvis ha registrato alcune delle sue canzoni più classiche

Presley è l’ultimo dei grandi cantautori al centro di un docufilm, dopo il successo di ‘Rocketman’ e ‘Bohemian Rhapsody’, rispettivamente sulla vita di Elton John e Freddie Mercury.

Il 37enne nel frattempo è impegnatissimo con il suo ultimo album, intitolato ‘Velvet’, e si prepara a partire per il tour dei Queen + Adam Lambert, negli States. Lambert è affiancato sul palco dai membri dei Queen ancora attivi, Brian May e Roger Taylor. Ha fatto anche la comparsa in ‘Bohemian Rhapsody’ e in passato ha avuto un piccolo ruolo in ‘Glee’, nei panni di Elliott ‘Starchild’ Gilbert.

Ancora non sono stati rivelati troppi dettagli sul progetto di Luhrmann sul leggendario re del rock and roll.

 

Condividi

Lascia una risposta