Ringo Starr: 76 anni da Beatle

0

A non andare d’accordo, dopo mezz’ora che stanno insieme, sono Paul e Lennon. O per meglio dire, non legano se si incomincia a parlare di canzoni. Sono troppo diversi per mentalità.

Ringo Starr, pseudonimo di Richard Parkin Starkey (Liverpool, 7 luglio 1940) Esordì nel 1957 con l’Eddie Clayton Skiffle Group, un gruppo formato da cinque ragazzi che lavoravano nella stessa ditta.

Successivamente, nel marzo 1959, si unì al Darktown Skiffle Group e infine fu reclutato dagli Al Caldwell’s Texans, che sarebbero in seguito diventati Rory Storm and the Hurricanes. Fu proprio Rory Storm che lo convinse ad adottare il soprannome di Ringo Starr. Gli Hurricanes divennero all’inizio degli anni sessanta il gruppo più popolare di Liverpool, e musicalmente Ringo ebbe modo di incrociare i Beatles in diverse occasioni.Soprannominato per il suo carattere introverso il «Beatle Triste», nella carriera con i Beatles compose soltanto due canzoni, ma a lui fu riservato in quasi tutti gli album del quartetto di Liverpool lo spazio per un’esibizione come cantante nonostante le sue modeste qualità vocali.

FRASI CELEBRI

La parsimonia è un lusso che non tutti si possono permettere.

Woody Allen, mi piace perché è più brutto di me.

Mi piace Beethoven. Specialmente le poesie.

A non andare d’accordo, dopo mezz’ora che stanno insieme, sono Paul e Lennon. O per meglio dire, non legano se si incomincia a parlare di canzoni. Sono troppo diversi per mentalità.

Il vero musicista molto spesso è nero Dei Frank Sinatra non me ne importa niente. Mi importano i bianchi che hanno imparato il suono dai neri, il suono e il canto e i temi degli outsiders, degli esclusi.

Quando si passano i trent’anni, e si ha la sensazione d’aver già avuto tutto dalla vita, ci si sente come paralizzati.

Condividi

Lascia una risposta