Roger Waters: Trump è come Hitler nel 1930

0

Roger Waters ha ancora una volta preso di mira Donald Trump, dichiarando che il candidato repubblicano alla presidenza è “altrettanto pericoloso” come Adolf Hitler.

Il Legendario Pink Floyd, che ha usato il suo concerto al Desert Trip deserto per dire che Trump è  “arrogante, sdraiato, razzista, sessista maiale”, ha condiviso le sue opinioni  in una schietta intervista della WTF con Marc Maron. 


“E ‘un piccolo passo per rimettere in piedi tutto il fascismo  totale, uno stato di polizia completa. E ‘sempre insidiosa quando si insinua. E ‘stato insidiosa in Germania negli anni ’30.  è altrettanto pericoloso “, ha detto Waters .

“Il metodo per il subentro dello Stato di Polizia e poi diventare uno stato di polizia totalitario, è sempre lo stesso – è sempre l’identificazione dell’altro come nemico. Nel caso di Trump sono i  cinesi, i messicani e l’Islam. Con Hitler, furono gli ebrei, i comunisti, gli zingari [nonché] “chiunque avesse una deformità fisica e gli omosessuali.

Simile alla Germania prima dell’ avvento della Seconda Guerra mondiale, i rettilinei terribili dell’America hanno reso un ambiente maturo per una figura totalitaria come Trump, Waters ha spiegato. “Bisogna avere una popolazione che si sente sconfitta, come i tedeschi, dopo il trattato di Versailles. 
 

In generale, l’eredità di Obama sarà guardato con orgoglio. Ha fatto del suo meglio, con le mani legate e non siamo abbastanza sicuri da chi “, ha detto Waters. “Qualcuno sta legando le mani degli uomini buoni. Ecco perché è così importante per applaudire Edward Snowden che è un grande eroe della Repubblica, in quanto  ha dato  a tutti  noi la possibilità  più giusta per esaminare cosa c’è dietro le porte chiuse. ”

Nella puntata, Waters ha discusso la sua vita di adolescente e gli inizi ideali politici, scrivendo canzoni d’amore, il suo rapporto (o la sua mancanza di rapporti) con compagni eleggende del rock come John Lennon e Neil Young,

Condividi

Lascia una risposta