Pete Townshend: ‘Il ‘Moving On! Tour’ è un grande passo avanti

0

In un video Pete Townshend ha spiegato perché il tour che  stanno portando sui palchi è così importante per la band, che intanto si prepara a tornare sul mercato discografico con l’ideale seguito di “Endless Wire”.

Chiusa la prima tranche della serie di date dal vivo che gli Who hanno inaugurato lo scorso mese di maggio in Michigan e che è giunta a conclusione il 1° giugno Pete Townshend e soci si preparano, superato il mese di agosto, a tornare in pista con il loro “Moving On! Tour” il prossimo 1° settembre, a partire dal live allo storico Madison Square Garden di New York. (Rockol)

A questo proposito il chitarrista della formazione britannica ha speso due parole per raccontare quello che il “Moving On! Tour”, che in alcune parti della scaletta coinvolge anche un’orchestra, significa per la band di “Baba O’Riley”:

“Ciò che è interessante di questo evento è che è davvero un grande passo avanti. È qualcosa che Roger aveva iniziato. Siamo facendo alcune cose nuove, alcune cose nuove che non avevamo fatto prima”, ha spiegato Townshend in un video realizzato in esclusiva per Live Nation, il gigante del live entertainment al quale è stata affidata la tournée. Prosegue l’artista: “Stiamo facendo ‘Imagine Man’, stiamo facendo ‘Behind Blue Eyes’ con le chitarre acustiche, il violoncello e il violino”.

 

The Who avevano un manager straordinario”, continua Townshend. “   è stato un grande dispiacere perderlo.

Townshend ha anche reso omaggio al sua chitarrista di palco di lunga durata Alan Rogan, che è deceduto pochi giorni prima della data prevista per il concerto. “Alcuni di voi potrebbero già sapere che Alan Rogan è deceduto due giorni fa”, ha detto, davanti a “Sostituto “. Era il mio tecnico di chitarra da oltre 40 anni. Ha combattuto contro il cancro e alla fine ha perso la sua battaglia. Era un bravo ragazzo ed era un cippatore e di buon umore fino alla fine. ”

 

Condividi

Lascia una risposta