Woodstock 50: perde la location e il nuovo finanziatore

0

Il festival era programmato per il 18-18 agosto in un circuito di New York, Watkins Glen International.

Tuttavia, il locale ha rilasciato una dichiarazione in precedenza oggi dicendo che ora non sarebbe più il caso.

Watkins Glen International ha rescisso la licenza del sito per Woodstock in base alle disposizioni del contratto. In quanto tale, WGI non ospiterà il Festival di Woodstock 50. ”

A loro volta, gli organizzatori di Woodstock CID Entertainment hanno quindi confermato che Watkins Glen non avrebbe più ospitato l’evento.

“CID Entertainment si era impegnata a fornire campeggio, pacchetti di viaggio e trasporto migliorati per Woodstock 50. In base agli sviluppi, possiamo confermare che CID non è più coinvolta in Woodstock 50 a qualsiasi titolo”, hanno affermato.

Oppenheimer & Co., una società di servizi finanziari e bancari, che secondo la nota diffusa da Woodstock 50 avrebbe “firmato come consulente finanziario per portare a termine il finanziamento del festival”. Così John Tonelli di Oppenheimer & Co. ha commentato la partnership:

Siamo entusiasti di essere a bordo di questo incredibile weekend di musica e impegno sociale. Crediamo in Woodstock come un’importante icona culturale americana e aspettiamo la sua rinascita nei verdi campi di Watkins Glen questo agosto con tutti gli artisti della straordinaria line-up.

Woodstock, per il cinquantennale un boxset da 38 dischi432 brani per 36 ore di musica: “Woodstock 50 — Back to the Garden — The Definitive 50th Anniversary Archive”

 

Back to the Garden — The Definitive 50th Anniversary Archive”, in uscita per Rhino il prossimo 2 agosto, che raccoglie sostanzialmente ogni singola nota – ad eccezione di due brani di Jimi Hendrix e uno degli Sha Na Na – suonata a Bethel dal 15 al 18 agosto 1969, per un totale di 36 ore – 20 delle quali mai diffuse prima – di musica distribuite in 38 dischi. I brani, 432 in tutto, sono presenti nel cofanetto in ordine cronologico, e anche gli annunci e i rumori della folla catturati dai microfoni sono stati conservati, con tutte le imperfezioni del suono volutamente maneggiate il meno possibile dallo staff che si è dedicato all’impresa, su tutti i produttori Andy Zax e Brian Kehew e il tecnico del suono Dave Shultz. (rockol.it)

Alcuni  giorni fa, i main sponsor del concertone hanno annunciato che Woodstock 50 è stato ca09ncellato. Il gruppo che finanzia il festival multi-genere di Watkins Glen, NY ha reso l’annuncio lunedì (29 aprile) in parte dicendo: “Non crediamo che la produzione del festival possa essere eseguita come un evento degno del marchio Woodstock mentre anche garantendo la salute e la sicurezza degli artisti, dei partner e dei partecipanti. “secondo Fox News ( sembta una scusa banale e di circostanza, ma la verità è che non hanno i soldi)

Sturgill Simpson e Margo Price sono due degli artisti country che sono stati programmati per esibirsi durante il festival del 16-18 agosto. I headliner erano i Killers, Dead & Company e Jay-Z. Precedentemente, le Black Keys uscirono da uno spazio annunciato per il ritorno di Woodstock. Anche la data di vendita per i biglietti è stata ritardata suggerendo la speculazione di una cancellazione.

Altri artisti che hanno dato vita a Woodstock con legami con la musica country includono Brandi Carlile, Anderson East e Miley Cyrus. Quasi 100 artisti erano programmati per partecipare al festival, che si è affermato come “3 giorni di pace, amore e musica”.

Due precedenti concerti dell’anniversario hanno avuto luogo, ma entrambi erano in qualche modo disastrosi a causa della pioggia e del fango. L’originale Woodstock del 1969 è ricordata per essere stata invasa dai fan. Quasi mezzo milione ha assistito a un concerto costruito per soli 50.000 persone.

Amplifi Live di Dentsu Aegis Network è la società che ha annullato l’evento. Il tabellone indica che erano in gioco le preoccupazioni per la sicurezza del sito, le autorizzazioni e le capacità, e solo la scorsa settimana la compagnia ha contattato sia AEG che Live Nation alla ricerca di $ 20 milioni per salvare l’evento. Entrambe le società di produzione si sono tirate indietro.

“Per quanto sia difficile, crediamo che questa sia la decisione più prudente per tutte le parti coinvolte”, si legge nella dichiarazione di cancellazione.

Isomma una bella truffa.

 

Condividi

Lascia una risposta