Ascolta la prima musica per gatti – basata al ritmo delle fusa

0

I felini domestici mostrano di non gradire le melodie umane- Studiosi statunitensi hanno “riscritto” i brani usando i ritmi delle fusa dei gatti

ANSA  – Composta la prima musica per gatti: ha un effetto calmante sui felini domestici e risulta molto più gradita di quella ascoltata abitualmente dagli esseri umani. La melodia felina è presentata sulla rivista Applied Animal Behavioural Science ed è stata musicata dai ricercatori delle Università americane del Wisconsin, a Madison, e del Maryland.

I ricercatori americani hanno studiato come i gatti rispondono alle note musicali e hanno scoperto che anche loro come gli umani sono sensibili alla musica, che può avere negli animali un effetto rasserenante. “Abbiamo studiato il miagolio dei gatti – ha spiegato Charles Snowdon, uno degli autori dello studio – e cercato di adattare la nostra musica alle stesse frequenze dei loro suoni, che sono più alte della voce umana”. gatti

Studiosi americani hanno infatti annunciato l’invenzione di una musica specifica per i gatti domestici. Questa musica, spiegano, è stata realizzata replicando i suoni degli animali stessi.

Gli studiosi hanno provato a ricreare i tempi musicali di cose che i gatti trovano interessanti: il risultato è una melodia il cui ritmo riproduce quello delle caratteristiche fusa dei felini amici dell’uomo. Hanno poi fatto ascoltare questa melodia a 47 gatti domestici, insieme a due brani tradizionali di musica classica.

Per effettuare un confronto  il team ha proposto due brani classici considerati da sempre molto apprezzati dai felini: l’Elegie di Gabriel Fauré e l’Aria sulla quarta corda di Bach. Sebbene le due composizioni classiche non abbiano disturbato i mici, sembra che questi non abbiano dimostrato grande attenzione ai suoni riprodotti. Al contrario, la musica appositamente creata per loro ha avuto come esito un comportamento positivo, sfociato in fusa ripetute e avvicinamento agli altoparlanti per “ascoltare” meglio la melodia.

 

Condividi

Lascia una risposta