The Beatles: arriva il secondo libro ufficiale della band

0

Dopo oltre due decadi, i Beatles pubblicano il secondo libro ufficiale della band, intitolato “The Beatles: Get Back”.

Il testo di 240 pagine, che segue “The Beatles Anthology” uscito nel 2000, sarà distribuito dal 31 agosto 2021 e accompagnerà l’arrivo nel cinema del documentario sui Beatles firmato da Peter Jackson, “Get Back”.

Il libro racconterà la creazione dell’album “Let It Be” con tanto di conversazioni estratte durante le sessioni in studio della band tra Paul McCartney, John Lennon, George Harrison e Ringo Starr, raccolte in oltre 120 ore di sessioni musicali.

In allegato ci saranno anche centinaia di foto inedite scattate anche da Ethan a.Russell e Linda McCartney.

A cura del giornalista del The Guardian, John Harris, il libro conterrà anche una prefazione scritta da Peter Jackson e un’introduzione dell’autore del romanzo ‘Il Budda delle periferie’, Hanif Kureishi.

“The Beatles: Get Back” racconterà le tre settimane di registrazione dell’album, culminate nello storico concerto sul tetto della sede centrale dell’Apple Corps a Londra.

 

“The Beatles: Get Back” doveva essere pubblicato da The Walt Disney Studios negli Stati Uniti e in Canada il 4 settembre.,è stato posticipato di un anno.

Notizie schiaccianti per i fan dei Beatles: il documentario di Peter Jackson “The Beatles: Get Back”, che inizialmente era fissato per il 4 settembre di quest’anno, si avvicinerà un anno dopo il 27 agosto 2021. La mossa è stata annunciata da Disney, il distributore del film, venerdì (12 giugno).

Walt Disney Studios ha acquisito i diritti di distribuzione mondiale del documentario sui Beatles precedentemente annunciato dal regista Peter Jackson, “Get Back”, che crea un nuovo film dalle centinaia di ore di riprese che hanno generato la canzone del cigno de

Il film che Peter Jackson ha ricavato dalle riprese realizzate nel gennaio del 1970 negli studi cinematografici di Twickenham e nello studio di registrazione della Apple – le stesse utilizzate per il film “Let it be”. Il film di Jackson, del quale abbiamo già scritto qui, sarà naturalmente diverso da “Let it be”: conterrà molte sequenze prima inedite, e certamente anche canzoni che in “Let it be” non erano state presentate.
Per l’autunno è attesa anche un’edizione celebrativa del cinquantennale dell’album “Let it be”.

Non si sa quanto i quattro musicisti fossero consapevoli del fatto che quello sarebbe stato il loro ultimo concerto; ad assistere a quell’ultima esibizione furono solo poche decine di persone, le quali, approfittando della pausa pranzo, lasciarono il posto di lavoro per salire sul tetto – forse ignari di essere prossimi ad assistere a un evento poi diventato storico – attirati dal suono della musica. Alla base dello stabile, intanto, andava radunandosi una folla di fan, che in qualche modo era venuta a conoscenza dell’evento.

DOWNLOAD IL CONCERTO COMPLETO QUI

https://16-lvl3-pdl.vimeocdn.com/01/4136/3/95681569/254805740.mp4?token=02b8caed95ce6df07e6d3&expires=1485787324&filename=The%20Beatles%20Rooftop%20Concert%201969%20London%20%28HD%29-SD.mp4&download=1

https://vimeo.com/95681569/download?t=1485785620&v=254805740&s=75fa8203ecf84a069b87193bc2f2bf6ceabdb37b7db6689f3b9511c991a6f2d0

https://vimeo.com/95681569/download?t=1485785620&v=254805740&s=75fa8203ecf84a069b87193bc2f2bf6ceabdb37b7db6689f3b9511c991a6f2d0

“There was a plan to play live somewhere. We were wondering where we could go—’Oh, the Palladium or the Sahara’. But we would have had to take all the stuff, so we decided, ‘Let’s get up on the roof’”.

DOWNLOAD FULL VIDEO HERE https://vimeo.com/95681569/download?t=1485783869&v=254805740&s=43035ee71811004c1407d1f6a5d209409299e90bf380a49815f1f034e410867b

 

I Beatles avevano registrato da poco le ultime canzoni composte: Let it Be, The Long and Winding Road, For You Blue, I Me Mine, Get Back, I’ve Got a Feeling, Dig a Pony. Soltanto alcuni giorni prima, il 17 gennaio, era uscito il loro album Yellow Submarine.

Sul terrazzo della Apple tutto fu filmato, dai preparativi, alle prove del suono, al concerto vero e proprio, fino al, per molti versi, grottesco epilogo. Il concerto (quarantadue minuti circa di musica) sarà infatti interrotto dal sopraggiungere dei poliziotti londinesi, chiamati a contenere gli schiamazzi provocati nella zona dai numerosi fan presenti lungo le vie di accesso a Savile Row.

Le canzoni

Alla fine, il materiale girato comprendeva l’esecuzione delle seguenti canzoni:

  1. Get Back (come prova del suono, non verrà inclusa nel film)
  2. Get Back
  3. Don’t Let Me Down
  4. I’ve Got a Feeling
  5. One After 909
  6. Dig a Pony
  7. I’ve Got a Feeling (versione differente, non inclusa nel film)
  8. Don’t Let Me Down (versione differente, non inclusa nel film)
  9. Get Back

La riproposizione di quest’ultimo brano, un’ennesima reprise di Get Back, venne interrotta nella parte finale dall’arrivo della polizia, chiamata da alcuni inquilini dello stabile. Mal Evans, amico di gioventù roadie e intimo collaboratore inizia a confabulare con Harrison, che smette di suonare, mentre Lennon dopo essersi interrotto, riprende a suonare, Paul Mccartney incita i compagni a continuare almeno il pezzo già in parte interrotto. Sul finire della canzone John esclama: “Bene. Grazie a tutti da parte mia e del gruppo, e speriamo proprio di aver superato questo provino!”.

Condividi

Lascia una risposta