Dolores O’Riordan annegata nel suo bagno a causa alcool

0

Dolores O’Riordan, la cantante dei Cranberries, annegata nel suo bagno a causa dell’intossicazione dall’alcool, lo rivela l’inchiesta.

L’inchiesta al tribunale del coroner di West London, su quello che sarebbe stato il 47 ° compleanno di O’Riordan, ha sentito che aveva bevuto pesantemente prima di essere trovata morta nella camera 2005 dell’hotel Hilton a Park Lane, Londra, verso le 9 del 15 gennaio . 

Una relazione post mortem del dott. Adam Combe ha concluso che è annegata a causa dell’intossicazione da alcool.

Il suo livello di alcool era di 330 mg per 100 ml di sangue, più di quattro volte il limite legale per la guida di 80 mg.

O’Riordan, che ha dovuto cancellare un tour con un Cranberries riunito nel 2017 a causa di un problema alla schiena, era stato a Londra per una sessione di registrazione.

Fu trovata sommersa, a faccia in su nel bagno da una cameriera. Quando arrivarono i paramedici, la polizia eseguiva la RCP su di lei in bagno. Alle 9.16am è stata dichiarata morta.

Sono state trovate prove del fumo intenso (un intero pacchetto ) e del consumo di farmaci da prescrizione, compreso il lorazepam. Sono state trovate cinque miniature vuote dal mini bar, che erano state aperte alle 2.10 del mattino, e una bottiglia di champagne da 35 cl.

La notizia è stata data dalla sua portavoce che ha parlato di una morte «improvvisa» mentre la star era «a Londra per una breve session di registrazione» e di una «famiglia devastata» che chiede «rispetto della privacy». Difficile collegare la scomparsa alle condizioni di salute della cantante che, per un mal di schiena si era detto, quest’estate aveva sospeso il tour di reunion della band.

 

Dolores da tempo lottava contro la depressione. Lo scorso anno la cantante aveva rivelato, in un’intervista, di aver avuto problemi di salute mentale per tutta la sua carriera, sin da quando era piccola e problemi uniti all’abuso di alcol culminati nel 2013 con un tentato suicidio, oltre ad una sindrome bipolare.

Condividi

Lascia una risposta