Elton John scambia Bob Dylan per il suo giardiniere

0

Nella sua nuova autobiografia, Elton racconta di aver confuso un trasandato Bob Dylan per il suo giardiniere.

Erano gli anni Ottanta, un periodo in cui Elton era fortemente dipendente da droga e alcol, e la figuraccia si è consumata durante un party organizzato nel giardino della star.

‘Avevo invitato tutti quelli che conoscevo’, scrive John. ‘A metà serata, mi sembrava di volare, ero completamente fuori di me, quando vidi un ragazzo dall’aspetto trasandato aggirarsi nella luce del giardino’.

‘”Chi diavolo è quello?” Sarà uno dello staff, il giardiniere. Ad alta voce chiesi cosa ci facesse lì il mio giardiniere, a bere un drink. Ci fu un attimo di silenzio imbarazzante, rotto dal mio assistente personale, che mi disse: “Elton, quello non è un giardiniere. È Bob Dylan!”’.

‘Spinto dal mio cervello e desideroso di farmi perdonare, mi precipitai verso di lui, lo afferrai e lo condussi verso casa, (dicendo): “Bob! Bob! Non possiamo averti con quei terribili vestiti, tesoro Vieni di sopra e ti vestirò con alcuni dei miei vecchi abiti. Su, caro!”’.

La reazione di Bob fu tutt’altro che amichevole: ‘Stava pensando a tutto fuorché vestirsi come Elton John’.

Ciononostante, i due sono rimasti amici e qualche tempo dopo Bob è tornato nella proprietà di Elton per una cena con Paul Simon e Art Garfunkel.. (music-news.com)

Lo stesso 72enne inglese è un collezionista di fotografie e possiede oltre 7mila immagini scattate tra il 20esimo secolo ed oggi. La sua collezione verrà presentata nella nuova galleria d’arte insieme ad altre 800mila fotografie tra antiche e moderne.

‘Il museo V&A è noto per il suo impegno in campo educativo, di ricerca aperto al pubblico e per le sue mostre educative sulla storia dell’arte fotografica’, dice il musicista in uno statement. ‘Per me e per David, questo impegno verso l’educazione e la missione di celebrare questa arte rappresentano la collaborazione perfetta. Il nuovo Photography Centre, insieme ad una estensione in programma per il 2020, non solo eleverà la fotografia come arte, ma aiuterà anche a riconoscere nuovi artisti, appassionati e collezionisti, come me’.

Elton ha iniziato la sua collezione privata nel 1991: attualmente è considerata una delle più estese del mondo. In passato ha già collaborato con il museo V&A per l’esibizione chiamata Horst: Photographer of Style.

 

 

Condividi

Lascia una risposta