Elvis has left the building: 41 anni fa moriva il Re del rock

0

Lunedì 15 agosto, Elvis è arrivato in ritardo, come era la sua abitudine. Ha preso uno dei suoi Stutz-Bearcats per un viaggio attraverso Memphis.

Dopo essere tornato a Graceland è andato al campo di pallacanestro e ha giocato fino alle sei del martedì 16 agosto. L’appello ufficiale di Memphis alle 2:33 pm La chiamata è arrivata alla casa n. 29 della Memphis Fire Department nel 2147 Elvis Presley Boulevard. Viene ritrovato morto dalla fidanzata Ginger Alden, alle 13:30 nel bagno della sua casa di Graceland (Memphis), con il pigiama abbassato fino alle caviglie e il viso sepolto in una pozza di vomito sul tappeto;

La chiamata, del tour manager di Elvis Joe Esposito, diceva che qualcuno ha avuto problemi a respirare a Graceland. Non è una denuncia insolita, visto che i fans spesso svenivano al di fuori della residenza di Presley.

Ecco la cronologia degli eventi

4:30 am: Elvis siede al suo pianoforte e esegue due numeri evangelici non identificati e la canzone “Blue Eyes Crying in the Rain”.

5:00 am: Elvis e Ginger vanno in camera di Elvis. Prende un pacchetto di pillole messe insieme dal suo medico per un utilizzo di due volte al giorno.

7:00 am: Elvis prende un secondo pacchetto di pillole.

8:00 am: Non è possibile dormire, Elvis chiede a sua zia Delta Mae Biggs portargli un terzo pacchetto di pillole.

9:30 am: Elvis va per il bagno e porta il libro, la ricerca scientifica del volto di Gesù di Frank Adams. Mentre si reca, Ginger urla “Non addormentarti lì”. “Okay, non lo farò”, sono le ultime parole di Elvis.

1:30 pm: Elvis non risponde   quando bussa alla porta del bagno Ginger entra e trova il corpo immobile di Elvis sul pavimento davanti alla toilette. Lei chiama Al Strada e Joe Esposito, che arrivano rapidamente e chiamano un’ambulanza.

2:56 pm: Elvis Presley va via in ambulanza al Baptist Medical Center di Memphis.

3:30 pm: Elvis è pronunciato morto.

16:00: Sui gradini di Graceland, il padre di Elvis Vernon Presley racconta i giornalisti raccolti: “Mio figlio è morto”.

Rock Wild Drug Stories 2 : Elvis Presley

 

Charlie Crosby e Ulysses S. Jones Jr. saltarono nell’unità n. 6, un’ambulanza modulare Rev. – una struttura arancione e bianca appesa ad un telaio GMC – accese la sirena e si diresse verso sud. Al 3746 Elvis Presley Boulevard (nessuno qui lo chiama solo Presley o solo Elvis) l’ambulanza è stata portata sul vialetto tortuoso di Graceland da un’auto in attesa.

Anche così, alle 14:56. È stato affrettato nel pronto soccorso, che è stato poi chiuso a tutti gli altri casi. Un “Harvey Team”, che è stato addestrato in tutti i modi per rilanciare una persona morente, ha lavorato senza successo. Il dottor Nichopoulos ha finalmente pronunciato Elvis Presley morto alle 15:30.

 

 

 

Condividi

Lascia una risposta