Robert Plant ristampa “Fate of Nations” per Record Store Day

0

Robert Plant ha annunciato che pubblicherà una nuova edizione in vinile in tiratura limitata del suo album solista del 1993 “Fate of Nations” in occasione del Record Store Day il prossimo 13 aprile.

l nuovo remaster dell’album sarà limitato a sole 6.000 copie in tutto il mondo e verrà stampato su vinile 180 g. (fonte Rockol.it)

Queste le informazioni sulla confezione dell’album fornite dal sito ufficiale del Record Store Day:

“Questa speciale edizione limitata in vinile nero da 180 g di “Fate of Nations” è stata ripubblicata sull’etichetta discografica di proprietà di Robert Plant Es Paranza. Tutti i profitti derivanti dalla vendita di questo disco saranno devoluti a una organizzazione benefica che lavora per l’ambiente indicata da Robert Plant. Il titolo dell’album e l’artwork dell’originale del 1993 sono incentrate sulle preoccupazioni di Robert sul tema dell’impatto della geopolitica e della globalizzazione sulla terra. La custodia esterna avrà una parte morbida, mentre la parte interna sarà stampata su materiale di origine etica e avrà un artwork aggiornato (i dati ambientali del 1993 comparati con i dati di oggi). Questo album non è disponibile su vinile da 30 anni”.

Recentemente Plant ha trascorso negli studi di Abbey Road a Londra in compagnia del chitarrista degli Chic Nile Rodgers.
L’immagine dei due, fianco a fianco, è stata postata da Rodgers sul suo profilo Instagram accompagnata dalla didascalia:

“Un paio di Honeydrippers agli Abbey Road Studios. Una delle mie persone preferite nel mondo, Robert Plant dei Led Zeppelin una vera leggenda.”

Robert Plant e Nile Rodgers avevano lavorato insieme nel 1984 nell’album “The Honeydrippers: Volume One”. Lo scorso settembre in un’intervista al Daily Star Rodgers disse di avere intenzione di lavorare nuovamente con Plant, queste le sue parole:

“Ho intenzione di fare ancora qualcosa con Robert Plant. Gli ho detto, perché non facciamo ‘Honeydrippers Volume 3’? Lasciamo perdere il volume due e andiamo direttamente al tre. Se è un successo possiamo rivisitarlo.”

In studio con Plant e Rodgers c’erano anche il figlio di Plant, Logan, e i suoi figli, Tallulah e Harlen. Oltre a loro anche Deborah Bonham, la sorella del batterista dei Led Zeppelin, morto nel 1980, John Bonham.

Condividi

Lascia una risposta