Dopo Santana e Crosby arriva la cannabis Jerry Garcia

0

Una nuova linea di prodotti a base di cannabis che prende il nome dalla defunta icona dei Grateful Dead Jerry Garcia, Garcia Hand Picked, arriverà in alcuni dispensari della California il prossimo mese.

Il marchio è commercializzato da Holistic Industries, uno dei principali operatori privati ​​di cannabis multistato negli Stati Uniti, in collaborazione con la famiglia Garcia. L’obiettivo è onorare l’eredità del leggendario musicista scomparso nell’agosto del 1995.

La figlia di Garcia, Trixie, ha spiegato che l’idea era di creare un marchio in onore di suo padre “in un modo autentico che avrebbe deliziato i fan”,

Recentemente la famosa scritta Hollywood sulle colline di Los Angeles è diventata “Hollyweed” (termine intraducibile in italiano ma che si riferisce allo slang per la marijuana) in occasione dell’entrata in vigore del referendum sulla legalizzazione della cannabis nello stato Usa.

La polizia ha riferito che alcuni individui non identificati si sono arrampicati sulla collina e hanno modificato le due “O” della scritta. Ciascuna delle lettere è alta 13,7 metri. La famosa scritta è sorvegliata anche da telecamere di sicurezza e allarmi e non è chiaro come sia stato possibile introdursi e modificarla.La depenalizzazione passa ovunque era stata messa al voto, tranne che in Arizona. Cinque Stati avevano già raggiunto l’obiettivo dell’uso per scopi medici

Dei nove stati che insieme alle presidenziali votavano referendum sulla depenalizzazione della marijuana, otto l’hanno approvata, uno, l’Arizona, l’ha respinta. Quattro stati – California, Nevada, Maine e Massachusetts – l’hanno liberalizzata per scopi “ricreativi”, altri quattro – Florida, Arkansas, Montana e North Dakota – solo per finalità mediche. Il quesito bocciato in Arizona proponeva la cannabis libera per scopi ricreativi.

In California in particolare, dove era già legale l’utilizzo medico, è passata la Proposition 64 che legalizza la marijuana, con quella che viene considerata la vittoria più importante del movimento per la liberalizzazione della droga leggera anche per uso ricreativo. Gli 8 Stati ora si uniscono a Colorado, Stato di Washington, Oregon, Alaska e Washington D.C. che hanno in precedenza approvato misure del genere.

Hollywood diventa Hollyweed, intraducibile in italiano ma con un inequivocabile riferimento alla marijuana

(“weed” in slang) il cui possesso, consumo e vendita è legale, in California, a partire da oggi. Nella notte qualcuno è salito sulla celebre collina e ha coperto con due teli neri parte delle due lettere O, trasformandole in E. La polizia di Los Angeles ha annunciato che controllerà le registrazioni delle telecamere di sorveglianza per identificare il responsabile. Nel corso degli anni il cartello è già stato oggetto di atti di vandalismo. E il primo gennaio del 1976 la scritta era già stata modificata proprio in “Hollyweed”: il responsabile voleva celebrare l’entrata in vigore di una legge che depenalizzava il possesso di cannabis in California.

Condividi

Lascia una risposta