Il produttore Jack Douglas racconta l’ultima notte di John Lennon

0

Questo è uno stralcio della lunghissima intervista al produttore Jack Douglas, che lavorò su diversi album di John e l’ultimo Double Fantasy. All’interno tre video clip, due interviste e la clip ufficiale di Double Fantasy. 

L’intervista integrale in inglese si trova su  http://gothamist.com/2016/07/19/jack_douglas_john_lennon_final_days.php

…Beh, è certo che per molte delle canzoni, di cui aveva le basi musicali registrate, lui veniva a fare la sua parte vocale. Abbiamo registrato tutto nella studio, John ha cantato dal vivo su ognuna di esse, non ci sono effetti la voce, è molto secca. Aveva scritto un paio di canzoni qua e là appositamente per Ringo, giusto “? Sì, ci sono stati molti lavori. Quasi su ogni canzone, a un certo punto, diceva, “Va bene, questa è per Ringo.” E potrebbe essere che il disco Milk and Honey potrebbe essere stato … molte di quelle canzoni sarebbero finite sul disco di Ringo.

Sei stato tu o era John che alla fine ha deciso quali canzoni mandare avanti in Double Fantasy e quali per il secondo disco? E ‘stata sicuramente reciproca. Quella sera di dicembre  [Dopo che abbiamo finito le sessioni] mi ha detto che sarebbe andato a Bermuda e di andare avanti e fare quello che volevo, avremmo iniziare nuovamente la registrazioni in seguito.  La sera dell’assassinio … mi ha detto che sarebbe andato allo studio il giorno dopo per una sessione, una sessione di mastering al mattino e alle nove o dieci di sera andò  a casa, e lui … E qualche stronzo è andato e gli ha sparato quando tornava a casa.

Era quella notte? Sì, ho detto, “Buonanotte, ci si vede al mattino” a Sterling, lo studio di mastering. E pochi minuti dopo ricevo una telefonata, che gli avevano sparato. Non ci potevo credere. Sono andato fino a Roosevelt Hospital, ho trascorso la notte lì. Ma era già andato. Non hanno annunciano niente fino alle 6 del mattino. Quindi eri stato una delle ultime persone a trascorrere del tempo con lui. Sì. Eravamo io, Yoko e il conducente. Questo è tutto. Double Fantasy era già numero uno.   è tornato in studio a fine ottobre, fine novembre e ha iniziato solo fare delle prove di “Walking on Thin Ice”.

 

Ha parlato mai dei Beatles? Tutto il tempo.Si sentiva come se fosse un peso per  lui? No, a lui è piaciuto moltissimo.  Ascoltava molto la radio  e quando passavano una canzone dei Beatles raccontava tutto ciò che riguardava quella sessione. Tutto ciò che è era accaduto. Non ha mai avuto un problema a parlare di quanto amasse quella band. E quanto amava quei ragazzi. Era un po ‘seccato con George, perché George aveva scritto un libro e lui non lo aveva citato molto nel libro, in quel momento. Ma sentiva che si sarebbero visti in giro.  Li amava tanto, tutti li amava.    Hai mai visto insieme, qualcuno di loro? No. Ma so che Paul è stato fino al Dakota. Hanno suonato insieme? Non lo so. Tutto quello che so è che Paul stava preparando roba per l’album di Ringo.

Condividi

Lascia una risposta