Nuovo reality con Ozzy Osbourne e famiglia

0

La moglie e manager di Ozzy Osbourne Sharon ha dichiarato al Los Angeles Times  di aver firmato un contratto per la realizzazione di un biopic dedicato a suo marito.

Ozzy Osbourne e famiglia si stanno preparando per spaventarti per benino. Ozzy, Sharon e Jack tornano il 2 agosto con un nuovo show su Travel Channel dal titolo The Osbournes Want to Believe. La serie sarà tutta incentrata sul paranormale.

Contrariamente a quanto molti potrebbero pensare, la pellicola non narrerà degli eccessi e della trionfale carriera del frontman nato a Birmingham nel 1948, ma – piuttosto – sarà incentrato sulla lunga e (a tratti) tormentata relazione che dal 1982 lo lega in matrimonio a Sharon Rachel Levy, figlia dello storico promoter britannico Don Arden.

“Sarà sicuramente strappalacrime”, ha assicurato Sharon: “Non sarà affatto un film su sesso e droga: Ozzy è molto più di questo. Odierei essere ridotta a un cliché”.

In un’altra intervista a Celebrity Access, la Osbourne ha dichiarato di essere già al lavoro insieme al marito sulla sceneggiatura del lungometraggio: “Stiamo facendo il nostro film”, ha chiarito la manager, “Abbiamo un accordo e proprio in questi giorni Ozzy e io stiamo lavorando con uno sceneggiatore”.

Al momento non ci sono indicazioni riguardo alla data di inizio delle riprese, né tantomeno riguardo al cast, che – molto probabilmente – è ancora lontano dall’essere assemblato:

‘Ordinary Man’ il nuovo album Ozzy Osbourne era tornato in studio dopo un lungo periodo di riabilitazione dovuto all’ultimo infortunio.
La figlia del rocker rivela: ‘Abbiamo sempre detto no, ma ora ci hanno fatto un’offerta…

Kelly Osbourne, figlia della voce di “Paranoid”, nel corso di un’intervista rilasciata a People ha dichiarato:

“Non sto scherzando: tutti gli anni, ogni tre mesi o qualcosa del genere, qualcuno salta fuori proponendoci di rimettere in piedi lo show, e noi abbiamo sempre risposto ‘no'”: ha raccontato la trentacinquenne attrice e personaggio televisivo: “Ora però ce ne hanno fatta un’altra, che credo sia quella alla quale siamo andati più vicino dall’accettare. Se succederà o meno, però, ancora non saprei dirlo”.

Alla realizzazione di “Ordinary Man” hanno partecipato anche il bassista dei Guns N’ Roses’ Duff McKagan e il batterista dei Red Hot Chili Peppers Chad Smith, oltre al produttore Andrew Watt: “Mi ha tirato fuori la forza”, racconta Ozzy.

Qualche mese fa il 70enne dei Black Sabbath è difatti inciampato e caduto nella sua casa, dove vive con sua moglie (e manager) Sharon, causandosi gravi problemi alla schiena.

‘L’album era completo dopo 4 settimane’, rivela il musicista al tabloid britannico Sun. ‘Ho detto a Sharon che non mi sembrava neppure di aver fatto un disco, perché non ci siamo urlati contro abbastanza!’.

Il progetto comprende l’importante collaborazione con il rapper Post Malone, nata con il brano ‘Take What You Want’, che ha permesso al rocker di entrare nella top 10 della classifica americana per la prima volta in 30 anni.

Grazie all’album, inoltre, Osbourne è riuscito ad arginare anche i suoi problemi psicologici.

‘Se non fosse per questo disco starei ancora male’, continua. ‘Pensavo che sarei rimasto a letto per sempre. La musica mi mancava così tanto… prima di iniziare a registrare pensavo di morire. Ma la musica mi ha fatto muovere il c*lo, e questo è l’album migliore che abbia mai fatto’.

Su Malone, aggiunge: ‘Non avevo mai sentito parlare di questo ragazzino. Poi mi ha chiesto di cantare in una delle sue canzoni, “Take What You Want”, e da lì è iniziato tutto’.

Il brano del 24enne vede anche la partecipazione di Travis Scott.

Il rocker è reduce da una brutta polmonite che già lo aveva costretto a posticipare alcuni concerti, come pubblica il sito music.news.com  A complicare ulteriormente la situazione è stata una caduta nel suo appartamento di Los Angeles, che ha aggravato un problema che l’ex star dei Black Sabbath si porta dietro dal 2003, quando fu vittima di un incidente a bordo del suo quad.

Ozzy è rimasto a Los Angeles ed è sotto osservazione dei medici.

‘Non riesco ancora a credere che devo rinviare altre date del tour – ha dichiarato in un comunicato stampa ottenuto da WENN -. Le parole non possono esprimere quanto frustrato, arrabbiato e depresso sia in questo momento. Sono grato per l’amore e il supporto che sto ricevendo dalla mia famiglia, dalla mia band, dagli amici e dai fan. È questo che mi fa andare ancora avanti. Ad ogni modo, sto migliorando ogni giorno. Mi riprenderò del tutto. Finirò il mio tour e tornerò!’.

Gli show sono stati rinviati al 2020. I fan che hanno già acquistato i biglietti potranno riutilizzarli in vista delle nuove date, che verranno annunciate nelle prossime settimane.

Il No More Tour è l’ultimo in assoluto dell’ex frontman dei Black Sabbath.

 

Condividi

Lascia una risposta