Josh Klinghoffer rivela il suo licenziamento dai Red Hot C.P.

0

John Frusciante è rientrato nel gruppo, di nuovo: l’annuncio dei RHCP. Josh Klinghoffer ha rilasciato una lunga intervista a Spin nella quale ha svelato ulteriori retroscena relativi al suo allontanamento dalla band.

John Frusciante è rientrato nel gruppo. Con un post pubblicato a sorpresa questa sera su Instagram, i Red Hot Chili Peppers hanno annunciato il ritorno di Frusciante nella formazione, che aveva lasciato esattamente dieci anni fa. Prenderà il posto di Josh Klinghoffer, che era subentrato al chitarrista proprio nel 2009.

Nell’annuncio pubblicato dalla band losangelina si legge:

“I Red Hot Chili Peppers annunciano la separazione dal chitarrista degli ultimi dieci anni, Josh Klinghoffer. Josh è un grande musicista che rispettiamo e amiamo. Gli siamo davvero grati per il tempo trascorso insieme e per i doni che ha condiviso con noi. Annunciamo inoltre con grande entusiasmo che John Frusciante ritorna nel nostro gruppo”.

Il gruppo stesse lavorando a una buona quantità di canzoni in vista della pubblicazione di un eventuale nuovo album di inediti. E quale sia il suo unico rimpianto lasciatogli dall’esperienza con il gruppo di Flea e Anthony Kiedis.

“Adoro quei ragazzi”, ha spiegato Klinghoffer: “Adoro ascoltare cantare quando sta lavorando a qualcosa. Chad [Smith, il batterista] e io non facciamo altro che ridere quando suoniamo. L’unico rimpianto che ho riguardo l’esperienza con loro è di non essere riuscito a suonare quanto mi piacerebbe. Non è facile essere in una band di quelle proporzioni con dei compagni di quell’età. Si provava un paio di volte al giorno, per due o tre ore, poi gli altri andavano a prendere i figli a scuola e tutto il resto. Da quarantenne con la sindrome di Peter Pan, il mio atteggiamento era: ‘Dai, suoniamo tutto il giorno!'”.

 

Riguardo al materiale già lavorato dal chitarrista insieme ai suoi ormai ex compagni di band, Klinghoffer ha spiegato: “Credo ci siano ventiquattro canzoni in tutto, in varie fasi di completamento. C’erano quelle che erano solo una bozza, giusto con una traccia e un ritornello. C’erano almeno altre dieci idee nella lista, se non di più. Era un sacco di roba”.

“Abbiamo iniziato a settembre o ottobre del 2018 e abbiamo scritto per la maggior parte del 2019”, ha proseguito Klinghoffer: “Ad eccezione di quando eravamo in tournée. Poi Anthony è andato in vacanza, e Flea si è sposato ed è stato in giro a promuovere il suo libro: ecco perché eravamo in pausa dalla scrittura. Con il ritorno di John, però, sicuramente ricominceranno da zero”.

La notizia è diventata inevitabilmente virale, sui social: in meno di un’ora sono ben 300mila i like al post dei fan dei Red Hot Chili Peppers.

 

https://youtu.be/Q0oIoR9mLwc

 

 

 

Condividi

Lascia una risposta