Bruce Springsteen ottiene il raro status di EGOT dopo l’Emmy Nomination

0

Bruce Springsteen ottiene il raro status di EGOT dopo l’Emmy Nomination

Bruce Springsteen è alla portata di EGOT: con il suo speciale di Netflix Springsteen on Broadway nominato agli Emmy per uno Special Variety eccezionale (pre-registrato), Springsteen potrebbe aggiungere il premio TV a uno scaffale che include già un Oscar, un Tony e molti Grammy .

Springsteen, tuttavia, non sarebbe il primo vincitore di EGOT ad avere un premio onorario nella sua collezione: Liza Minnelli, Barbra Streisand, Quincy Jones, James Earl Jones, Alan Menken e Harry Belafonte sono in quella lista.
Springsteen ha vinto un Oscar nel 1994 per “Streets of Philadelphia”, la miglior canzone originale della regista diretta da Jonathan Demme. Ha vinto 20 Grammy Awards nel corso della sua carriera.

Certo, “Springsteen on Broadway” consisteva in un concerto autobiografico più che in un tipico spettacolo teatrale. Nonostante questo però, il comitato ha deciso di insignirlo di un premio speciale.
La sua performance teatrale al Walter Kerr Theatre ha avuto un successo incredibile. I biglietti sono stati venduti anche a 2/2,5milioni di dollari. E nel frattempo “Springsteen on Broadway” continuerà fino al 15 dicembre.
pringsteen possiede già 20 Grammy e un Academy Award per “Streets of Philadelphia” di Philadelphia.
Tutto ciò che rimane è un Emmy. L’artista è stato nominato due volte: una volta nel 2001 per “Bruce Springsteen and the E Street Band: Live in New York City” e una volta per il suo spettacolo del Super Bowl del 2009.

Recentemente Per celebrare a dovere la giornata, al Beacon Theatre, la 71enne musicista nata a Chicago ha tenuto un breve set di sole sei canzoni.

Sole sei canzoni, ma le ultime due hanno avuto in qualità di ospiti due amici di vero riguardo: Bruce Springsteen – insieme hanno proposto (e non poteva essere altrimenti) “Because the night”, canzone scritta dal rocker del New Jersey, ma portata al successo dalla Smith – e Michael Stipe, l’ex frontman dei R.E.M..

Tutti insieme hanno intonato “People have the power”, canzone inclusa nell’album di Patti Smith del 1988 “Dream of life” scritto insieme al marito Fred ‘Sonic’ Smith, ex membro degli MC5, morto per infarto nel 1994 a soli 45 anni.

Per la terza volta Springsteen allunga la serie di concerti a Broadway- da febbraio a giugno e adesso fino al 15 dicembre 2018.

La nuova serie di spettacoli, saranno 81, si svolgerà  dal 10 luglio a 15 dicembre, come ha definito  il comunicato ufficiale ” final New York City show”, il format potrebbe essere portato in giro fuori da Manhattan – ipotesi che circola da tempo: si eradetto di una serie di date anche in Europa, a Londra.

Condividi

Lascia una risposta