Reazioni negative dei fan al Whitney Houston Hologram tour

0

BASE Hologram ha presentato la prima “An Evening With Whitney – sconcerto e malumore dei fan

Reazione dei fan del tour ologramma di Whitney Houston: “si sono fottuti i cervelli”
Lo spettacolo, che ha preso il via a Sheffield, in Inghilterra, presenta una reincarnazione digitale di Whitney, insieme a musicisti e ballerini dal vivo, mentre il suo doppelgänger olografico canta, si pavoneggia e brilla attraverso alcune delle sue più grandi canzoni, tra cui “How Will I Know” del 1985 “Greatest Love of All” del 1986 e “I Wanna Dance With Somebody” del 1987. Il repertorio include anche il lombrico “I Will Always Love You”, scritto da Dolly Parton, del film del 1992 “The Bodyguard”, in cui Houston recitava al fianco di Kevin Costner, e una cover live del 1990 di “Higher Love” di Steve Winwood, remixata da Kygo e pubblicato come singolo l’anno scorso.

Whitney Houston Hologram

 

Dopo che lo spettacolo è terminato, una partecipante alla premiere – che si occupa della gestione di Twitter @alicebogdanska – ha espresso confusione su ciò a cui aveva appena assistito, dicendo che “non posso credere che io sia appena stato a vedere un ologramma di Whitney Houston, mind fuck “Che menti del cazzo.

Un critico musicale ha suggerito che il concerto era uno sfruttamento grossolano.

“Nella vita, Whitney Houston è stata sfruttata da tutti intorno a lei”, ha scritto il critico del Regno Unito Alun Palmer. “Allora perché passare al grande oltre dovrebbe fare la differenza quando ci sono ancora soldi da fare?” Ha aggiunto che “come ogni fan del film horror ti dirà, riportare in vita i morti non funziona mai bene” e in seguito ha suggerito che “probabilmente è meglio lasciare riposare le stelle del sonno”.

Le date del tour

February 27, 2020 – Liverpool, England @ M&S Bank Arena 2 Arena
February 28, 2020 – Manchester, England @ Apollo
February 29, 2020 – Leeds, England @ First Direct Arena
March 1, 2020 – Glasgow, Scotland @ SEC Armadillo
March 2, 2020 – Aberdeen, Scotland @ P&J Arena
March 3, 2020 – Dublin, Ireland @ Bord Gais Theatre
March 4, 2020 – Birmingham, England @ Arena
March 5, 2020 – Bournemouth, England @ Bournemouth International Centre
March 6, 2020 – Cardiff, Wales @ Motorpoint Arena
March 7, 2020 – Brighton, England @ Centre
March 9, 2020 – Nottingham, England @ Royal Concert Hall
March 10, 2020 – London, England @ Hammersmith Apollo
March 12, 2020 – Brussels, Belgium @ Bozar
March 13, 2020 – Amsterdam, Netherlands @ AFAS Live
March 14, 2020 – Ghent, Belgium @ Capitole
March 19, 2020 – Zurich, Switzerland @ Samsung Hall
March 20, 2020 – Berlin, Germany @ Admirals Palast
March 22, 2020 – Vienna, Austria @ Stadhalle F
March 23, 2020 – Bratislava, Slovakia @ Inchebo Expo Arena
March 25, 2020 – Copenhagen, Denmark @ Forum Black Box
March 26, 2020 – Olso, Norway @ Folketeatret
March 28, 2020 – Stockholm, Sweden @ Cirkus
March 30, 2020 – St. Petersburg, Russia @ BKZ Oktyabrisky
March 31, 2020 – Moscow, Russia @ Kremlin Concert Hall
April 2, 2020 – Kiev, Ukraine @ Palace Ukraine
April 3, 2020 – Minsk, Belarus @ Palace of the Republic

Da Wikipedia, l’enciclopedia libera.

Il suo grandissimo successo negli anni ottanta ha permesso l’apertura di mercati fino ad allora preclusi alle cantanti di colore. Con essi la cantante ha dominato le classifiche mondiali, in particolar modo la Billboard Hot 100, nella quale ha piazzato sette singoli consecutivi alla numero uno battendo il record di cinque appartenente a Diana Ross & The Supremes ed ai Beatles.

Le sue vendite complessive di album, singoli e video sono attualmente di oltre 200 milioni di copie, e risulta essere l’artista femminile dal maggior successo di sempre dopo Madonna e Mariah Carey.

È stata una delle donne di maggior successo discografico, la quarta donna per numero di vendite negli Stati Uniti, con circa 55 milioni di dischi certificati dalla RIAA.[10] Detiene anche il primo posto nella classifica degli artisti di colore di maggior successo insieme a Michael Jackson.
Nel 2008 il Guinness dei Primati ha dichiarato Whitney l’artista più premiata e popolare al mondo.

whitney-houston-450ms082609

L’artista ha guadagnato 6 Grammy Awards e detiene il record per numero di American Music Awards, avendone ricevuti 22 in tutto. Nel 2012 il Guinness dei Primati ha citato nuovamente la cantante come la prima e unica artista ad avere 12 brani contemporaneamente nella U.K. chart, il che risulta un primato mondiale. Whitney Houston è stata inserita alla 34ª posizione nella lista dei 100 cantanti più grandi di tutti i tempi della rivista Rolling Stone.

Dopo un periodo di declino negli anni 2000 dovuto a durissime vicende personali e cause legali contro l’ex marito, nel giugno 2009 la casa discografica Arista Records annunciò l’uscita dell’album dal titolo I Look to You, pubblicato in Italia ed in Germania il 28 agosto 2009 e negli Stati Uniti il 31 agosto successivo.
È morta l’11 febbraio 2012, nella stanza di un hotel a Beverly Hills. La causa del decesso è stata identificata nell’annegamento accidentale nella vasca da bagno, in seguito a un’eccessiva assunzione di droghe e a una malattia vascolare (l’aterosclerosi).

 

Condividi

Lascia una risposta