Neil Young a Trump: “Sei una disgrazia per il mio paese”

0

Cinquantaquattro anni dopo aver attraversato illegalmente il confine degli Stati Uniti con il suo carro funebre  Pontiac, Neil Young è diventato un cittadino americano.

“Sono felice di riferire che ci sono!”, Ha scritto il musicista canadese sul suo sito web dopo mesi di lotta per ottenere la sua doppia cittadinanza. Young ha spiegato ai fan che il processo è stato ritardato a causa della disposizione del “buon carattere morale” sulla domanda di immigrazione – il che significa che ha ammesso di fumare erba.

Neil Young ha precedentemente definito Donald Trump un “testa di cazzo” (dickhead), ha criticato la sua “misoginia e razzismo” e si è offeso per l’uso politico di “Rockin ‘nel mondo libero”. Ora il musicista, a cui è stata recentemente concessa la cittadinanza americana, ha portato le sue critiche ad un altro livello, definendo il presidente “una vergogna per il mio paese”.

L'immagine può contenere: 3 persone, spazio all'aperto

In una lunga lettera aperta sul suo sito Neil Young Archives, il cantautore canadese ha elencato tutti i fallimenti presidenziali fatti da Trump. “La tua distruzione insensata delle nostre risorse naturali condivise, del nostro ambiente e delle nostre relazioni con gli amici di tutto il mondo è imperdonabile”, ha scritto. “Le vostre politiche, decisioni e idee a breve termine continuano ad aggravare la crisi climatica.

“Voglio essere un doppio cittadino e votare”, Young, che è un cittadino canadese, ha spiegato in un post dell’8 novembre intitolato “Ho avuto molto successo nella mia vita”. “Quando di recente ho fatto domanda per la cittadinanza americana, ho superato il test. È stata una conversazione in cui sono state poste molte domande. Ho risposto sinceramente e ho superato”

Recentemente, tuttavia, mi era stato detto che dovevo fare un altro test, a causa del mio uso della marijuana e di come alcune persone che la fumano abbiano presentato un problema “, ha scritto in riferimento a un aggiornamento della politica pubblicato da US Citizenship and Immigration Services prima di questo anno.

Young ha continuato: “Il problema è stato definito in un’aggiunta del 19 aprile 2019 nell’ambito delle sessioni generali del procuratore. L’USCIS ha emesso un avviso politico che include: ‘Un richiedente che è coinvolto in determinate attività legate alla marijuana potrebbe non avere GMC (Good Moral Character) se trovato aver violato la legge federale, anche se tale attività non è illegale in base allo stato delle leggi straniere applicabili. ”

 

 

 

 

Get The Streaming Songs For Judy HERE

 

Condividi

Lascia una risposta